Soggiorno-studio in Spagna

Il 16 settembre 2017 si è concluso il soggiorno-studio in Spagna che quest’anno ha coinvolto 44 allievi e allieve delle classi terze dell’Istituto Tecnico A. Zanon che studiano lo spagnolo come seconda e terza lingua. Il corso si è tenuto per il terzo anno consecutivo presso il Colegio de España, centro accreditato dall’Istituto Cervantes, a Salamanca. I nostri allievi hanno avuto l’opportunità di frequentare un corso intensivo di lingua in gruppi classe suddivisi per livello e alcune lezioni di civiltà e cultura oltre a partecipare a numerose attività pomeridiane tra le quali, la visione di un film in lingua originale, un laboratorio teatrale e varie visite guidate della città. Il programma ha compreso inoltre tre escursioni di una giornata intera a Madrid, Segovia e La Alberca-Sierra de Francia. Gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti Paola Cogotti, Raffaella Marocchi e Patrizia Nonino.

GUARDA IL VIDEO


Ecco alcune testimonianze dei nostri studenti…

L’esperienza del soggiorno studio a Salamanca è stata per me fantastica. Per la prima volta ho vissuto in completa autonomia e ho così potuto comprendere ciò che significa autogestirsi. La scuola che abbiamo frequentato mi è piaciuta molto, soprattutto per le attività della mattinata e del pomeriggio che ci sono state proposte. Le insegnanti, a parer mio, sono molto competenti e preparate e sono state in grado di chiarire ogni nostro dubbio riguardo la lingua spagnola. Tra le attività proposte, quelle che per me sono state le migliori, sono le escursioni di Madrid e Segovia, due città magnifiche ricche di arte e di cultura. La convivenza con la signora che ci ospitava è stata meravigliosa. È stata molto gentile e disponibile. Infine, Salamanca è una città che ci ha saputo accogliere in maniera spettacolare e lì ho lasciato un pezzo del mio cuore. È stata un’esperienza favolosa che assolutamente rifarei.

Nicole C. 4ATur

 

Credo che il soggiorno-studio a Salamanca sia una delle esperienze più belle che lo Zanon possa offrire, è un’occasione per mettersi alla prova con una lingua nuova ma soprattutto un’occasione per migliorarsi. L’istituto dove si svolgono le lezioni tutti i giorni è fantastico, tutti i professori sono molto disponibili e pazienti e cercano in tutti i modi di far si che i concetti spiegati siano chiari. La differenza più grande nelle lezioni è il fatto che in Spagna i professori siano obbligati a chiarire un concetto utilizzando solo la lingua spagnola, il che, a parer mio, è un esercizio fantastico per la lingua. Per di più l’istituto è frequentato da studenti di tutto il mondo, ed è bellissimo confrontarsi con culture diverse anche durante le ore scolastiche. Le attività pomeridiane sono state piacevoli, le varie visite della città e dei suoi musei soprattutto. I colori della città (e della Spagna in generale) la sua luce, le sue giornate di sole e il suo clima mi hanno sempre lasciato senza parole. Le tre escursioni che abbiamo fatto durante il week-end (Madrid, Segovia e L’Alberca) sono state veramente stancanti ma n’è valsa la pena e ogni sera andavamo a dormire distrutti, ma veramente soddisfatti e felici. Tutte le esperienze sono state fantastiche, soprattutto grazie alle persone che ci hanno accompagnato in queste due settimane. Grazie ai professori, alle famiglie che ci hanno accolto ed ospitato facendoci sentire parte delle loro usanze e delle loro abitudini, e grazie a tutti gli abitanti della città con cui abbiamo scambiato qualche parola ogni tanto che si sono rivelate persone stupende, disponibili, gentili, pronti ad accoglierti on il sorriso stampato in viso. Voglio ringraziare la Spagna per avermi permesso di vedere una realtà differente alla nostra, non troppo distante, ma magica nelle sue differenze, nei suoi dettagli, nella sua calorosità in ogni aspetto. Siamo stati parte di essa quasi completamente, vivendo all’interno delle famiglie e interagendo con i suoi abitanti, ma pur essendo lontani dall’Italia, la Spagna ci ha fatto sentire come se fossimo a casa in ogni momento.

Monica P. 4ATur

 

L’esperienza a Salamanca penso sia una delle più belle esperienze che la scuola Zanon possa offrire. Grazie alla permanenza in casa di famiglie spagnole ho potuto relazionarmi con persone che hanno altre abitudini, come per esempio la cucina, totalmente diversa dalla nostra, che anche se a parer mio, non è delle migliori, bisogna provare per rendersi conto che nel mondo non abbiamo tutti le stesse abitudini. Questo soggiorno mi ha dato l’opportunità di parlare solamente in spagnolo e quindi migliorare dal punto di vista grammaticale e lessicale. Inoltre l’esperienza in Spagna offre tre giornate di escursioni come per esempio Madrid, Segovia e La Alberca. La mia preferita in assoluto è stata Madrid, città molto grande, ricca di storia e di cultura. Abbiamo avuto l’opportunità di visitare due dei musei più conosciuti al mondo, ovvero il museo del Prado e il Reina Sofia famoso per il “Guernica” di Picasso. In tutte le due settimane mi sono divertita, pure la scuola era un luogo dove tutti noi ragazzi andavamo volentieri perché le insegnanti erano molto disponibili con tutti noi e perché tutti gli argomenti che affrontavamo erano interessanti. Il soggiorno a Salamanca è un’opportunità che auguro a tutti quelli che hanno la possibilità di andare perché oltre al divertimento che è presente dal primo all’ultimo giorno, aiuta molto a migliorare dal punto di vista linguistico ed è sicuramente un’esperienza che rifarei.

Alessia B. 4ATur

 

Per tutti noi è stata una bella ed intensa esperienza, ma soprattutto molto utile per imparare e migliorare la lingua ed immergersi in una cultura diversa. Sono state due settimane di un’esperienza fantastica in cui abbiamo visitato luoghi molto belli che nonostante non vengano spesso nominati, meritano una visita. Abbiamo potuto stringere nuove amicizie e nuovi legami con i ragazzi delle altre classi, che altrimenti non avremmo conosciuto. Siamo stati accolti in maniera ottima e da insegnanti competenti con una grandissima voglia di svolgere il loro lavoro e farci conoscere il loro stupendo paese. È un’ esperienza da cogliere e vivere in ogni suo aspetto.

Allievi 4CTur

 

Quest’anno ho avuto la fortuna di partecipare all’esperienza di vacanza-studio a Salamanca. Avendo già partecipato autonomamente ad altre due vacanze-studio – a livello extrascolastico – immaginavo già cosa aspettarmi… O almeno, così pensavo! É stata proprio la sorpresa data da tutte le novità che mi ha entusiasmata tanto e ha reso quest’esperienza indimenticabile. Ho vissuto contemporaneamente una vacanza con i miei amici e una vita scolastica vera e propria, il tutto immersa nella cultura spagnola e nell’allegria scaturita da questo magnifico Paese! Un’esperienza costruttiva, ricca di emozioni, divertimento e originalità, che consiglio fortemente a chiunque!

Letizia P. 4CRim

 

Ho trovato questa esperienza formativa, sia dal punto di vista scolastico, in quanto mi ha permesso di migliorare il mio spagnolo, ma anche dal punto di vista personale. Passare due settimane lontano da casa e in un contesto totalmente differente mi ha permesso di crescere e, almeno in parte, di provare a cavarmela da sola. In tutte le attività che abbiamo svolto in Spagna mi sono divertita e sono contenta di aver condiviso questo tempo con i miei compagni di classe, cui ora sono ancora più legata. Porterò sicuramente questa esperienza dentro e, se potessi, la ripeterei.

Silvia B. 4CRim

 

I soggiorni studio anche se dal nome “studio” potrebbero far pensare ad un qualcosa strettamente correlato alla scuola, sono ben altro. Andare lontano da casa con un gruppo di ragazzi della tua età e che solamente  in parte conosci, significa imparare a gestirti da solo, occuparti tu stesso delle tue cose senza contare sull’aiuto dei genitori, anche se per soltanto due settimane. Un soggiorno studio ti arricchisce in vari modi, facendoti vedere le cose da una prospettiva  diversa rispetto ai libri di scuola. Vivere in una famiglia spagnola per due settimane ti fa capire che ogni cultura ha le proprie usanze e che ciò che per te è normale, non  lo è altrettanto per qualcun altro. Le due settimane in Spagna mi hanno insegnato ad essere più aperta a conoscere persone e culture nuove e a mettere in pratica tutto ciò che ho imparato dalle lezioni di spagnolo. A Salamanca ho avuto la possibilità di conoscere persone che venivano dagli Stati Uniti, dall’Australia, dalla Turchia e dalla Cina, e di capire come ognuno di loro, avendo usanze diverse da quelle spagnole e dalle mie, abbia apprezzato come me l’ospitalità, la cucina e il modo in cui gli spagnoli parlano fieri della loro storia. É stata un’esperienza indimenticabile che se potessi, rifarei volentieri.

Alexandra C. 4CRim

 

Un’esperienza utile, interessante e ricreativa: questo è quello che mi viene in mente pensando al mio soggiorno studio in Spagna. Il fatto di essere divisi in gruppi in base al livello linguistico è un’opportunità per lavorare sulle lacune e incrementare il lessico e le espressioni tipiche. In più, lo stare in famiglia ti permettere di vivere a 360° con persone madrelingua e di interagire con queste, creare dei legami che possono continuare anche una volta rientrati. I pomeriggi sono impegnati con delle attività diverse che accrescono sia la conoscenza del posto visitato, se si tratta di una visita guidata, sia dei compagni di avventura, come è successo a teatro o durante i giochi. Le gite, invece, ti proiettano in diversi ambienti che passano da Madrid, quindi ampi spazi e edifici alti, a La Alberca, casette di montagna e torroni.

Insomma, è un’esperienza unica che chiunque abbia la possibilità di vivere non deve lasciarsi sfuggire.

Meghi I. 4CRim

 

Questa è stata la prima volta che sono stata all’estero senza i genitori, grazie ad un progetto scolastico che consiglio veramente a chiunque voglia imparare ma anche crescere personalmente. La scuola ci da quest’ottima possibilità di esperienza e sono convinta che ne valga la pena. Una delle sensazioni che vorrei raccontare e augurare a tutti è la sensazione di vedere con i propri occhi qualcosa, un particolare, che già era stato studiato a scuola. Mi riferisco in particolare al km 0 e al “Oso y Madroño” a Madrid. Durante le lezioni ne avevamo spesso parlato ed è una soddisfazione che non avevo mai provato vedere con i propri occhi ciò che si studia di un Paese. Ringrazio tutti i professori e tutti coloro che hanno contribuito a rendere quest’esperienza unica.

Alessia U., 4Crim

 

Il soggiorno studio a Salamanca è stata un’esperienza fantastica. Il mio spagnolo è migliorato ed oltre ad avere approfondito la grammatica, parlando mi sono sbloccata e adesso riesco ad esprimermi con maggior facilità comunque non ho paura nel buttarmi e nel provare a comunicare. Questo viaggio ha certamente arricchito molto il mio bagaglio culturale ma non solo, viaggiare senza la propria famiglia comporta prendersi responsabilità, imparare a cavarsela, e quindi, crescere. Anche per quanto riguarda l’aspetto umano è stato un viaggio positivo, abbiamo avuto la possibilità di conoscere un’altra cultura, nuove persone con abitudini diverse dalle nostre e, stando insieme tutto il giorno, abbiamo rafforzato le vecchie amicizie e ne sono nate di nuove. Dopo il viaggio posso dire di essere diventata, seppur nel mio piccolo, più responsabile, di avere nei nuovi amici e una seconda famiglia in Spagna che mi pronta ad accogliermi a braccia aperte!

Veronica D.B. 4CRim

 

Penso sia stata una bellissima esperienza in tutti i sensi, abbiamo imparato tante cose, ci siamo sbloccati nel parlare e inoltre abbiamo fatto tante belle attività di gruppo. La consiglio e la sostengo come iniziativa in quanto, oltre a crescere scolasticamente, si cresce anche personalmente.

Costanza D. 4CRim

 

Quest’anno prima che iniziasse la scuola ho potuto provare il soggiorno studio svoltosi a Salamanca dal 3 al 16 settembre 2017. È stata una vera scoperta: prima di tutto è stato costruttivo per me stessa perché mi ha aiutato a distaccarmi dalla mia quotidianità, dalla famiglia e dalle persone care che non pensavo sarebbe stato così difficile. Questo lato di me fragile però dopo i primi giorni sono riuscita a domarlo; in secondo luogo sono stata molto felice del fatto che ho legato ancora di più con i miei compagni di classe rinforzando il bel legame che già esisteva, e in più ho conosciuto altri miei coetanei molto simpatici e alla mano. Come terza cosa positiva c’è ovviamente il fatto che essendo in un nuovo paese in cui la lingua e la cultura non le studi ma le vivi, sono riuscita ad apprendere come si vive in Spagna e soprattutto sono riuscita abbastanza a sciogliermi quando dovevo parlare. Tutto ciò è stato di beneficio anche a scuola; inoltre ho imparato varie cose, dalla grammatica alla cultura, che ovviamente stanno bene nel mio bagaglio personale di esperienze che mi porterò dietro nella mia vita. Consiglieri quindi a tutti questa esperienza che nel vero senso della parola ti forma, ti aiuta ad affrontare le tue fragilità e ti fa scoprire nuove realtà.

Dalida M. 4CRim