“Le nuove dipendenze, da quelle tecnologiche a quelle affettive”: grande successo all’Auditorium A. Zanon.

Un auditorium completamente gremito ha accolto, sabato 13 gennaio, i relatori convenuti per partecipare all’evento rivolto ai genitori sulle nuove dipendenze, un tema estremamente delicato e di stretta attualità. Sono intervenuti il dott. Pierpaolo Ianes, medico neurochirurgo e volontario della Lega italiana per la lotta contro i tumori, il colonnello Marco Zearo, comandante provinciale dei Carabinieri di Udine, l’avvocato  Raffaele Conte,  presidente della Camera penale friulana e la dott.ssa Anna Degano, psicologa psicoterapeuta e presidente dell’Aspic fvg.

Un tema così vasto trova un punto di partenza nel concetto espresso dal dott. Ianes, che ha spiegato come, quando si rompe l’equilibrio  tra la dipendenza fisiologica e la controdipendenza (intesa come capacità di autodeterminazione ed autostima), si afferma la patologia.

Ci si è quindi soffermati su vari tipi di nuove dipendenze, meno note ma altrettanto insidiose. Tra queste, si è parlato di un tema estremamente attuale, la dipendenza affettiva, con le possibili derive di violenza. Ampio spazio è stato dato al tema della tecnodipendenza che, attraverso i social media, può sfociare nel cyber bullismo, oltre a dare facoltà alla costruzione di vite fittizie, immaginarie. Questi argomenti portano a sconfinare tra senso di necessità ed abuso, in un complesso dialogo intergenerazionale.

I relatori, con le loro diverse professionalità, sono riusciti a fornire utili consigli, anziché banali parole, alle centinaia di genitori presenti, spesso disorientati nella gestione della difficile fase adolescenziale nella vita dei loro figli.