“Il turistico on the road”: aeroporto di Ronchi, castello di Duino, Porto Piccolo

Proseguono gli appuntamenti del Progetto “IL TURISTICO ON THE ROAD”, percorso didattico formativo di visite sul territorio, attività indispensabili per l’Alternanza scuola-lavoro dell’Indirizzo Turistico.
Il 4 dicembre le classi 3^ AT, 3^ BT e 3^ CT (Indirizzo Turistico) si sono recate in visita di istruzione all’Aeroporto di Ronchi dei Legionari, al Castello di Duino e a Porto Piccolo.
Prima tappa del ricco programma della giornata è stata l’Aeroporto, dove i nostri ragazzi, accolti dal dott. Pierfabrizio Di Marco, responsabile commerciale Aeroporto FVG, hanno potuto assistere all’interessante presentazione della struttura e conoscere la storia e le caratteristiche dell’unico Aeroporto del Friuli Venezia Giulia, intitolato all’esploratore friulano Pietro Savorgnan di Brazzà.

Il Trieste Airport , che lo scorso anno ha inaugurato la nuova Area partenze, prevede investimenti ferroviari per una nuova stazione proprio all’aeroporto regionale, nonché per una terza corsia dell’autostrada. Dal mese di marzo 2018 sono previsti 70 treni al giorno che viaggeranno nelle due direzioni di Trieste e di Venezia. Il nuovo Polo intermodale includerà anche la stazione per le autocorriere e un grande parcheggio multipiano e sarà collegato all’aeroporto tramite una passerella pedonale sopraelevata.

Venendo a conoscenza di tutti gli aspetti più rilevanti del trasporto aereo in Friuli, messo a confronto con le realtà più vicine e con quelle più distanti in ambito nazionale ed estero, gli studenti hanno arricchito la loro preparazione in merito a questo argomento, molto importante per un corso turistico e già trattato a scuola, nell’ambito del Progetto “Strumenti informatici per la gestione dell’agenzia turistica”.


L’uscita didattica è proseguita con la visita del Castello di Duino, nella sua splendida cornice sulle falesie a picco sul mare della costiera triestina. Qui la guida locale ha illustrato la storia di questo edificio, che ha ospitato nei secoli illustri personaggi storici, intellettuali, scrittori e musicisti, e gli studenti sono stati coinvolti in un viaggio nel tempo e in momenti fondamentali della nostra storia nazionale.


Dopo la sosta per il pranzo presso un tipico agriturismo del Carso, il giusto completamento della visita è stata la visita a Porto Piccolo, il nuovo elegante borgo marinaro che si affaccia sul mare, nell’incantevole contesto naturale tra il Castello di Duino e il Castello di Miramare. Il borgo è nato dalla riqualificazione di una cava di pietra abbandonata, ed è ora una destinazione eco chic per il turismo d’élite. Gli allievi hanno potuto conoscere un luogo veramente unico nel suo genere, costruito in modo eco-sostenibile per ridurre le emissioni di gas nell’atmosfera: oltre a essere vietato l’uso delle automobili, il riscaldamento e il raffreddamento delle case utilizzano un impianto geotermico usando quindi energie rinnovabili. Tra tutte le costruzioni e strutture che si sono potute ammirare, le nostre classi hanno gradito molto la visita guidata della nuovissima SPA, (compresa la zona Beauty e quella Wellness), aperta al pubblico soltanto da aprile di quest’anno. Il personale, molto gentile e ospitale, ha spiegato fra le altre cose, quali sono le figure professionali che lavorano a Porto Piccolo, qual è il target dei turisti che frequentano la località e l’impatto della SPA sul turismo locale e della nostra regione.


Infine, il tramonto da favola sul Beach bar ha salutato i ragazzi, conquistati e incantati dalla bellezza del luogo.
Per le tre classi l’uscita di questa giornata è stata un’importante occasione per conoscere una delle zone più affascinanti e interessanti del nostro territorio e di notevole attrattiva turistica.