Il messaggio del Presidente della Camera dei Deputati “Pensando a Nadia”

Non è un 25 novembre qualsiasi, quello che si apprestano a vivere docenti, studenti e studentesse dell’ istituto, che hanno organizzato l’ evento Pensando a Nadia. Molte le autorità che saranno presenti alla Staffetta di lettura in cui, dalle 11.30 alle 12.15, si alterneranno studenti e adulti a testimonianza della necessità di procedere insieme attraverso un percorso di consapevolezza e riconoscimento dei propri sentimenti.

Accompagnate dall’arpa di Eugenia Ceschiutti, le parole di Achmatova e di Sanguineti, di Madre Teresa di Calcutta come di Serena Dandini sul tema del  rispetto e contro ogni forma di prevaricazione, aiuteranno a porre l’accento su quel cambiamento delle linguaggio che dovrebbe essere lo specchio dei cambiamenti culturali e sociali.

Questo è anche l’auspicio giunto all’Istituto Zanon attraverso un messaggio della Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, qui allegato.
Occorre soprattutto affermare – dice Boldrini – un profondo cambiamento del nostro modo di pensare, parlare, guardare e rivolgersi alle donne, a partire dal rispetto del linguaggio di genere. Perché il linguaggio rispecchia la cultura di una società e ne influenza i comportamenti.”

Il lungo messaggio sarà nei prossimi mesi oggetto di analisi e di discussione  in molte classi dell’istituto, dove si stanno predisponendo attività didattiche di approfondimento, diversificate in base all’età degli studenti. Tra queste attività, ricordiamo la partecipazione a Jarbe Mate, l’evento curato dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Udine e il concorso soloAmore per video e fotografie, sostenuto da SOROPTIMIST Club di Udine, oltre a incontri e dibattiti con varie associazioni che coinvolgeranno i giovani fino ad aprile.

Con l’auspicio che i fari su questo problema  non si debbano accendere più per tragici eventi.